PMI E L’ANALISI DI BILANCIO

L’Italia è senza dubbio una nazione ricca di imprese di media o piccola dimensione, che rappresentano un insieme eterogeneo, aventi caratteristiche talvolta molto diverse.

Spesso queste realtà sono poco strutturate, dove la figura dell’imprenditore non è sempre un manager o esperto di economia. Accentra su di sé molteplici ruoli, combattuto tra decisioni strategiche e operative.

Ci sono imprenditori che per prendere decisioni seguono le proprie intuizioni e non si affidano a supporti esterni, come i consulenti o strumenti moderni che possano concretamente guidarli.

La semplice lettura ed interpretazione del bilancio, è per certi imprenditori, una attività poco conosciuta e praticata.
Passano gli anni e il declino dell’attività è sempre in peggioramento: mancanza di consapevolezza globale in cui versa l’impresa, mediocre programmazione e una pianificazione strategica gestita da non precisate intuizioni, porta l’imprenditore a difficoltà certe.

Lo strumento con cui sono sintetizzati e illustrati, nel senso più ampio, i risultati della gestione d’impresa è il bilancio di esercizio.
Potremmo paragonare questo documento come ad un biglietto da visita, dal momento che è proprio quello che, chi si interessa all’andamento dell’azienda, va a controllare.

L’analisi di bilancio, benché non sia obbligatoria per legge, è una parte molto importante e tutto il tempo che gli viene dedicato, è tempo investito bene.

So che per l’imprenditore, il tempo non è mai abbastanza, però consiglio vivamente di trovarlo, il tempo per curare questo aspetto: sapere interpretare i numeri, porta innumerevoli benefici all’attività perché si possono approntare strategie, per esempio come mosse commerciali più aggressive su certi prodotti, svilupparne di nuovi e così via.

L’analisi di bilancio è diversa per ogni azienda. Infatti Il bilancio di una grande azienda è diverso da quello di una azienda più piccola, che è diverso a sua volta da quello di una micro impresa.

Spesso le PMI sottovalutano l’importanza di redigere un bilancio chiaro, veritiero e corretto al fine di comunicare, in modo completo ed esaustivo, alla propria banca, la propria situazione economico-finanziaria.

FARE L’ANALISI DI BILANCIO

Grazie alla redazione del bilancio sono evidenti i vari aspetti economici, finanziari e patrimoniali.
In parole molto povere si vede quanto si guadagna e quanto si può spendere.

La ricchezza informativa del bilancio, anche nel caso delle piccole e medie imprese rimane una risorsa preziosa per l’analista. Lì si Intrecciando informazioni quantitative e qualitative, che danno una visione completa dell’andamento dell’azienda.

Mi sento di raccomandare caldamente a chi gestisce il business aziendale di affidarsi a chi ha capacità di analisi di bilancio e di monitorare e saggiare continuamente lo stato di salute dell’attività, con un cruscotto digitale dedicato.